La natura diventa arte

Fino a questo momento abbiamo scoperto nel dettaglio quali saranno le essenze nel nostro ParcoDietroCasa. Alberi, siepi, cespugli e arbusti con i loro colori e le loro forme sono bellissimi: l’uomo talvolta ci mette lo zampino e fa della natura arte.
Nasce così una forma d’arte contemporanea, la Land Art: gli artisti intervengono direttamente nel contesto naturale. Ci sono dei bellissimi esempi di quest’arte anche nel nostro paese, ve ne facciamo scoprire alcuni… un viaggio qui, ne vale la pena!
Il primo posto che vi consigliamo è Arte Sella, in Valsugana. Si tratta di un itinerario immerso nella natura: durante il percorso si scoprono, di tappa in tappa, esperimenti d’arte ambientale. Gli artisti che hanno lavorato in questo parco provengono da tutto il mondo. Tra le opere più famose ricordiamo la “cattedrale di alberi” di Giuliano Mauri: ottanta colonne di carpini intrecciati creano un’opera indescrivibile, tutta da scoprire.

artesella4 artesella3 artesella2 artesella1

Per maggiori informazioni e per scoprire alcune delle opere potete consultare il sito www.artesella.it

Annunci

Scopriamo il mondo…

Abbiamo deciso di utilizzare questo spazio per continuare ad aggiornarvi sull’andamento del progetto ParcoDietroCasa ma anche per suggerimenti, idee, viaggi, scoperte: continuate a seguirci perché passo dopo passo sveleremo nuovi particolari del progetto del nostro parco e di tutto il mondo attorno!

Per i bambini di tutto il mondo, che fanno un grande girotondo con le mani nelle mani, sui paralleli e sui meridiani…

Usiamo le parole di una filastrocca di Gianni Rodari per ricordare che oggi, 20 novembre, è la giornata internazionale sui diritti dell’infanzia. Il 20 novembre 1989, infatti, è stata approvata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite la Convenzione sui diritti dell’infanzia. Nel nostro piccolo, festeggiamo questo anniversario ricordando che il progetto ParcoDietroCasa è nato con la precisa intenzione di rispettare tale Convenzione.
Questo perché, nella Convenzione, ai bambini si riconosce il diritto al riposo, al tempo libero, al gioco e alle attività ricreative… non solo: è necessario favorire la partecipazione piena e attiva alla vita della propria comunità.
Così è nato il progetto ParcoDietroCasa, che piano piano, giorno dopo giorno, continua a crescere, proprio come un bambino.

 

Scopriamo gli arbusti del parco: Rosa rugosa

Rosa_rugosa02 Rosa_rugosa01
La rosa rugosa deve il proprio nome alle sue foglie: hanno una forma rotonda, sono di colore verde e sono caratterizzate da venature rugose, appunto. D’autunno assumono colori molto belli. Questa specie è originaria della Corea, del Giappone, della Cina e della Siberia ma ha trovato ampia diffusione anche in Europa. La pianta raggiunge un’altezza di circa un metro e sessanta centimetri. I fiori sono grandi e possono nascere solitari o in gruppi, bianchi o rosa e con gli stami di colore giallo. I frutti sono piccole bacche rosse… attenzione, foglie e rami, soprattutto quelli non più giovani, hanno molte spine.

Scopriamo gli arbusti del parco: Weigelia

weigela01 weigela02

La Weigelia è un genere di circa 12 specie di arbusti a foglia caduca, originari dell’Asia e appartenenti alla famiglia delle Caprifoliaceae.
Può raggiungere i tre metri di altezza e la particolarità di questo arbusto sono le spettacolari fioriture, da maggio fino a giugno. La pianta si espande, oltre che in altezza, anche in larghezza grazie alla produzione di numerosi fusti e foglie. Queste ultime sono di tipo lanceolato, hanno cioè una forma ellittica, un po’ appuntita. I fiori sono di vari colori, dal rosa al bianco.
Attira i lepidotteri, quegli insetti dai mille colori che ci colpiscono sempre per grazia e delicatezza… Avete indovinato di che si tratta? Delle farfalle, bravissimi!

Scopriamo gli arbusti del parco: Philadelphus

Dipartimento di Biologia, Università di Trieste - Picture by Andrea Moro - Conservatoire et jardin botaniques de la Ville de Genève, Svizzera, - Image licensed under a Creative Commons Attribution Non Commercial Share-Alike 3.0 Licence (CC by-nc–sa 3.0)

Philadelphus02

Nel ParcoDietroCasa non ci sono solo alberi ma anche piccoli arbusti, come quelli del Philadelphus, chiamati comunemente falsi aranci o siringhe o ancora fiori dell’angelo.

I fiori di questo arbusto, completamente bianchi, hanno un profumo delicato, ma al tempo stesso molto caratteristico e penetrante. L’arbusto, con foglie decidue, cioè che cadono periodicamente, fiorisce generalmente fra maggio e giugno: è un albero originario delle zone a clima temperato e appartiene alla famiglia delle Hydrangeaceae.
Questa famiglia comprende circa 60 specie di varietà che presentano alcune caratteristiche in comune. La crescita è molto variabile: infatti, si possono notare esemplari di circa 1 metro d’altezza e piante che arrivano anche ai circa 5 metri. Essendo una pianta rustica, il Philadelphus si adatta a ogni clima.
Con i suoi bellissimi e profumatissimi fiori sarà un vero e proprio paradiso per farfalle e insetti!

boerenjasmijn philadelphus coronarius

Scopriamo le piante del parco: il carpino bianco

carpino bianco carpino bianco2

Il Carpinus Betulus è un albero di media altezza (15-20 m) con portamento dritto e chioma allungata. La corteccia si presenta sottile, liscia al tatto, di colore grigio, irregolare per il fusto scanalato e costolato. Le radici sono fascicolate e molto ramificate. Le foglie sono alterne, semplici, brevemente picciolate, ovato-oblunghe, con nervature in rilievo e ben visibili sulla pagina inferiore, con apice acuminato e margine finemente e doppiamente dentato. Ingialliscono in autunno ma permangono secche sui rami anche per lungo tempo, specie sulle piante di giovane età. Il suo legno viene utilizzato per produrre oggetti di piccole dimensioni come birilli, scacchi e componenti di strumenti musicali (pianoforti e bacchette da percussione).